1.  / 
  2. Eventi
  3.  / 
  4. Comunicato Stampa L’altra...

Comunicato Stampa L’altra lingua degli italiani, l’arte figurativa, il paesaggio e l’ identità nazionale Le 8 Lezioni dei Marte

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Da anni la Fondazione Napoli Novantanove è impegnata in progetti di formazione permanente (www.lascuolaadottaunmonumento.it) utilizzando, come strumento della sua azione, il patrimonio artistico e culturale del nostro paese. I risultati ottenuti ci sollecitano a proseguire in questa direzione e a coinvolgere nuovamente in questo progetto docenti e alunni della nostra Rete Nazionale di adotta un monumento, ma non solo e per questa ragione abbiamo scelto di presentare questa nuova iniziativa il 25 settembre in Campidoglio in quanto il Comune di Roma è dal 1994 tra i primi aderenti al progetto la Scuola adotta un monumento®.
Almeno quanto la letteratura, l’arte ha strutturato e rappresentato il pensiero e l’identità civile del nostro Paese. Chi passeggia nel cuore delle nostre città, avverte che la bellezza che lo circonda è inseparabile dal senso di cittadinanza, di giustizia e di vita morale che quasi informano ogni pietra e ogni statua. La forma dei luoghi è stata anche la forma della comunità civile e la forma morale dei cittadini. E il discorso sull’arte è sempre stato un discorso sull’interesse pubblico, non sull’intrattenimento privato: una altissima linea plurisecolare che è sfociata nella Costituzione, grazie alla quale la Repubblica “tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della nazione”
Un grandissimo storico dell’arte italiano, Roberto Longhi, ha scritto che «ogni italiano dovrebbe imparar da bambino la storia dell’arte come una lingua viva, se vuole aver coscienza intera della propria nazione». Ebbene, agli storici dell’arte spetta proprio questo alto compito: far sì che ogni italiano, di ogni regione e di ogni livello sociale e culturale, torni a sentire proprio il patrimonio ereditato dai padri. Se vogliamo che gli italiani tornino ad esercitare davvero la loro piena sovranità di cittadini, dobbiamo aiutarli a riappropriarsi delle loro chiese, delle loro piazze, delle loro campagne: di un Paese la cui unicità consiste nella densità di un patrimonio artistico diffuso indistricabile dal paesaggio urbano e naturale in cui è andato infinitamente stratificandosi, in millenni di storia gloriosa.
Il Concorso a.s. 2012/2013
Fin da suoi esordi, La scuola adotta un monumento® si è caratterizzata per la capacità di riuscire a “viaggiare”, attraverso lo studio del monumento, nella complessità e nella ricchezza del territorio, alla scoperta della sua identità e dei suoi
aspetti più originali e meno noti. Il Concorso dunque si inserisce a pieno titolo nell’alveo dell’esperienza originaria dell’adozione ed invita gli studenti a cimentarsi in un nuovo ambito di ricerca e a unirsi a noi in questo nuovo viaggio.
Il Concorso si rivolge a tutte le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado. Gli studenti e docenti partecipanti, sono invitati a svolgere un lavoro di ricerca di gruppo che illustri, con immagini, musica e un parlato, un monumento individuato (artistico o naturale: una chiesa, un palazzo, una piazza, una via, un tratto di costa o un ‘brano’ di campagna) particolarmente legato all’identità storica e civile della loro comunità, e dovranno comunicare (anche nell’accezione etimologica di ‘render comune’, cioè di far sentire come un bene comune) le ragioni e la forza della loro scelta.
Ad oggi le città della Rete Nazionale di adotta un monumento che hanno aderito al Concorso, oltre Napoli sono: Roma, Torino, Pisa, Firenze, Siena, Modena, Ancona, Pesaro, Cosenza, Lecce e Palermo.
I Martedì dell’Arte di ottobre e novembre 2012, un ciclo di 8 lezioni pubbliche sul tema della funzione civile dell’arte figurativa, L’altra lingua degli italiani si terrà al Teatrino di Corte di Palazzo Reale a Napoli e sarà ripreso da RAI scuola e RAI Edu che lo trasmetteranno su tutto il territorio nazionale sia in video che in rete, a partire da febbraio 2013 per accompagnare docenti e studenti nella preparazione dei lavori per il Concorso.
I relatori sono Salvatore Settis, Antonio Pinelli, Francesco Caglioti, Vittorio Gregotti, Chiara Frugoni, Flavio Fergonzi, Michele Mariotti e Tomaso Montanari, curatore delle Lezioni.


Accedi

Registrati

Reimposta la password

Inserisci il tuo nome utente o l'indirizzo email, riceverai un link per reimpostare la password via email.