Fondazione Napoli Novantanove
 

2011

Giornata inaugurale del progetto La scuola adotta un monumento a Roma

Roma Capitale ha riproposto, anche per il corrente anno scolastico, il Progetto La scuola adotta un monumento al quale hanno aderito 80 scuole. 
Il 29 novembre 2011 alle ore 16.00 presso la Centrale Montemarini, Via Ostensie 106, si terrà l'avvio al Progetto in presenza dell'Assessore Gianluigi De Palo, il Sovrintendente ai Beni Culturali Umberto Broccoli, il Presidente della Fondazione Napoli Novantanove Mirella Barracco e dei docenti.

29/11/2011

Adotta il QUIRINALE

Ben oltre 800 studenti dai 3 ai 19 anni, dai più piccoli della scuola dell'infanzia Raffaele Merelli insieme alle elementari Principe di Piemonte, alle scuole Moscati e Orsa Maggiore Roma 90 fino ai liceali del Gaetano de Sanctis, hanno pensato bene, per il biennio che sta ormai per concludersi, di adottare il Palazzo più bello del mondo: il Quirinale.

26/5/2011

Comune di Larino, Cerimonia di adozione

Nel giardino del Parco Archeologico di Villa Zappone, in Larino, avverrà la cerimonia di adozione dei monumenti cittadini da parte delle scuole che hanno aderito al progetto.
Gli Istituti coinvolti nell’iniziativa sono tre: l’Istituto Comprensivo Statale di Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado, che adotterà la “Fonte di S. Pardo”, l’Istituto d’istruzione Secondaria Superiore “Francesco D’Ovidio”, che adotterà il Senatus Consultum di Larino e l’antica “via Cluenzio”, e l’Istituto Tecnico “San Pardo” Agrario e Geometri, che adotterà il giardino del Parco Archeologico di Villa Zappone e la certosa ed il giardino (parte storica) del Cimitero di Larino.

9/5/2011

Maggio dei Monumenti 2011

ISTITUTO COMPRENSIVO  DOMENICO CIMAROSA
Info 081/19.70.60.75 
Prof.ssa Iovine 334/84.93.288
Cimarosa40@libero.it 
VALLONE DELLA GAIOLA E VILLA PAUSILYPON GROTTA DI SEIANO
Sabato 28 maggio ore 9.00 – 12.00
Domenica 29 maggio ore 9.00 – 12.00
Visite guidate in italiano e inglese...

19/4/2011

per l'ITALIA UNITA! le scuole s'incontrano

Il 7 aprile a Napoli, al Teatrino di Corte di  Palazzo Reale alle ore 10,00 gli studenti delle tre scuole vincitrici della Campania I.T.G. D’Agostino di Avellino ,l’ I.S.I.S Serra el’I.C. Fiorelli di Napoli che hanno partecipato al Concorso “Identità nazionale culture a confronto” per il 150°anniversario dell’Unità d’Italia, con gli studenti degli Istituti “Gentileschi” di Napoli e “F..de Gennaro” di Vico Equense, incontrano gli studenti del Liceo classico "L. da Vinci” di Molfetta, e il “Liceo Mascheroni” di Bergamo, scuole vincitrici del Concorso bandito dalla Fondazione Carlo Donat Cattin di Torino, Bergamo e Brescia, “Unità d’Italia, 150 anni insieme, tra utopia e disincanto”.Intervengono, con il Presidente della Fondazione Napoli Novantanove e il rappresentante della Fondazione Donat Cattin:

Il Vice Presidente della Regione Campania, Giuseppe De Mita 

l’Assessore all’Istruzione, Caterina Miraglia

il Sindaco di Avellino, Giuseppe Galasso

il Presidente della Provincia di Avellino, Sen. Cosimo Sibilia

Il curatore della Mostra sulla Regina Margherita, Elena Fontanella

Tomaso Montanari, docente storia dell’arte moderna, Università di Napoli, Federico II , «La gloria e il nome italiano»: arte figurativa e identità nazionale.

7/4/2011

PREMIAZIONE Concorso Nazionale Verso il 150° anniversario dell'unità d'Italia identità nazionale e culture a confronto

La CAMPANIA, con lo SPOT dell’Istituto Tecnico per Geometri di AVELLINO ”O. D’Agostino”, ha vinto il primo premio che consiste in due giorni di gita a Torino, che si è tenuto in concomitanza con la premiazione ufficiale del concorso, fissata presso le Officine Grandi Riparazioni il giorno martedì 5 aprile 2011.
Il video vincitore è visibile all’indirizzo http://www.youtube.com/watch?v=97TNRfCSY5U&feature=BFa&list=ULU7rze5H-TOI&index=2

5/4/2011

 

2010

Verso il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, identità nazionale e culture a confronto

Il 23 novembre al Teatro delle Palme si celebra il centocinquantenario
alle ore 9,30
presentazione dei Video Spot delle scuole della Campania e una selezione delle altre città

con la partecipazione di Mario Martone con il suo film Noi credevamo

e di Aldo Cazzullo del Corriere della Sera e autore di Viva l’Italia.

23/11/2010

La scuola adotta un monumento in Europa

Incontro a Bruxelles per il progetto La scuola adotta un monumento in Europa

8/6/2010

La scuola adotta un monumento adotta una stazione

A pertire dal progetto La scuola adotta un monumento la Circumvesuviana di Napoli, nell’ottica di un sempre maggiore, radicamento con i Territori attraversati con i propri treni, insieme all’Ufficio Scolastico Regionale ha dato vita ad un progetto denominato “Adotta una stazione”.
Il progetto vede il coinvolgimento degli alunni della fascia d’età tra i 9 ed i 13 anni, in varie attività definite
con il Corpo docente. Le stazioni, in questo modo, diventano un prolungamento delle scuole,all’interno dei cui spazi, i ragazzi potranno organizzare attività didattiche, mostre ed eventi in genere.
In una prima fase preliminare, Circumvesuviana ha individuato 23 stazioni, che insistono sull’intera rete ferroviaria, includendo anche quelle che ricadono nei confini geografici delle altre province della regione, “abbinando” ad ognuna una scuola. 
Circumvesuviana porta le scuole nelle stazioni perché quegli alunni saranno i suoi viaggiatori di domani.

4/6/2010

I giovani di Scampia adottano Castel Capuano, il simbolo della legalità e della giustizia

Sabato 8 maggio 2010 alle ore 10, nell'aula Tartaglione adiacente il Salone dei Busti in Castel Capuano, gli alunni dell'ITIS Ferraris, nell'ambito dell'iniziativa "la scuola adotta un monumento®" illustreranno alla città il lavoro elaborato per il progetto di adozione"LegaLe città.... a Castel Capuano".L'adozione di Castel Capuano costituisce per i giovani dell'ITIS Ferraris di Scampia un'irripetibile occasione di immersione nel patrimonio artistico storico architettonico della millenaria cultura di Napoli, attraverso il monumento che più di ogni altro ha rappresentato la giustizia e il diritto di Napoli per quasi cinque secoli.
Tale adozione per gli studenti costituisce un percorso educativo e formativo, realizzato attraverso un significativo utilizzo di tecnologie innovative e multimediali, alla scoperta del monumento adottato e della città storica, che li vede protagonisti e difensori della propria città, nel rispetto dei valori della legalità e della cittadinanza attiva.

6/5/2010

Maggio dei Monumenti 2010

Il tema che quest'anno l'Amministrazione Comunale - Assessorato al Turismo, Grandi eventi e Pari Opportunità ha scelto per la XV edizione della manifestazione Maggio dei Monumenti è "Barocco e... non solo" - Passeggiate napoletane tra arte storia e cultura. L'evento si svolgerà dal 1 al 30 maggio 2010 nell'arco di 5 week-end. In allegato troverete il programma completo di tutti gli itinerari e l'elenco delle chiese e delle strutture monumentali aperte. Le scuole interessate a partecipare alla manifestazione con attività di visite guidate a beneficio del pubblico e/o con mostre, animazioni, ecc. sono invitate a darne comunicazione, entro e non oltre il 30 marzo p.v., alla Fondazione Napoli Novantanove (fax: 081/66.73.99 oppure email: info@napolinovantanove.org) e per conoscenza al Comune di Napoli - Servizio Patrimonio e Gestione dei Musei (fax: 081/795.58.78), inviando il calendario degli interventi previsti, così da poter essere inseriti nel programma degli eventi.

10/3/2010

Incontro con le scuole superiori che partecipano al concorso Verso il 150°anniversario dell'unità d'Italia

La Scuola adotta un monumento®

adotta la Costituzione della Repubblica italiana!

annunciato il 4 marzo a Napoli nell’incontro con le scuole partecipanti al Concorso
Verso il 150° anniversario dell’Unità d’Italia
identità nazionale e  culture a confronto
L’incontro di oggi, apertosi con il saluto in video del Presidente della Repubblica, ha visto gli interventi della storica Gabriella Gribaudi, del giudice costituzionale Paolo Maddalena, del prof. Stefano Rodotà, seguiti da Erri De Luca che ha presentato il suo video in cui racconta l’emigrazione di ieri e di oggi dal cimitero di Lampedusa. 
A dare voce agli studenti (oltre 500 in rappresentanza delle migliaia dei 51 comuni italiani che partecipano al Concorso) è intervenuto anche il rappresentante della Consulta Provinciale degli studenti della Campania...

4/3/2010

I dieci anni del progetto La Scuola adotta un monumento a Pisa

Presso la Stazione Leopolda, il Sindaco di Pisa e L'Assessore alla Cultura celebrano i 10 anni de La Scuola adotta un monumento, un progetto della Fondazione Napoli Novantanove che ha registrato un enorme successo, riuscendo a coinvolgere il territorio, le Istituzioni, le Università oltre a docenti e studenti appartenenti ad ogni ordine e grado, dalla scuola primaria alle superiori. Nell'occasione sarà presentato anche il Concorso Nazionale "Verso il 150° anniversario dell'Unità d'Italia, identità nazionale e culture a confronto"

 

 

2008

La Scuola adotta la città con i ragazzi CON-NET del CONtrollo NETtezza Auditorium S.M.S. Michelangelo Via Ilioneo - Bagnoli - Na

Rispondendo alla campagna di gennaio de Il Mattino esseOesse differenziata, lanciata dalla Fondazione Napoli Novantanove, molte scuole napoletane hanno risposto e avviato progetti educativi sul tema con l’obbiettivo di formare una coscienza civica diffusa. In questi mesi, oltre alle prime fondamentali informazioni per operare una raccolta corretta per il riciclo dei materiali, sono stati consegnati ai ragazzi questionari per un sondaggio da sottoporre alle persone del quartiere. Questa mattina, in rappresentanza de La Scuola adotta la città, i ragazzi del 41° Circolo Bagnoli, della Scuola Media Michelangelo e del Liceo Scientifico Labriola, tutte di un quartiere di antica tradizione operaia e collettiva, hanno invitato IL Mattino a un incontro per annunciare che, insieme a tutte le altre scuole che da tempo sono impegnate in questo programma di informazione, dal prossimo anno scolastico saranno a guardia delle strade adottate vicine alla loro scuola e informeranno, controlleranno non solo che la differenziata si faccia , ma anche che venga raccolta e smaltita correttamente da chi di dovere!!!! Non come in questi mesi in cui quanto veniva insegnato a scuola veniva poi smentito in strada!!!! A partire dal prossimo anno scolastico, dunque, i ragazzi CON-NET, preparati al CONtrollo NETtezza, saranno in campo a dare il loro contributo, da un lato all’informazione e dall’altro al controllo che la differenziata fatta dalle scuole venga raccolta in tutte le zone della città e non soltanto nella cosiddetta zona campione sperimentale.

30/5/2008

La scuola adotta un monumento "adotta la citta'" riunione operativa nell'aula magna della S.M.S Tito Livio il 25 febbraio alle o

Oggi, dopo 15 anni di continua e appassionata attività, il progetto, con la sua rete di scuole storiche e di recente adesione - grazie alla sua capacità di funzionare come strumento per la formazione di una 'cittadinanza attiva' - sente la necessità di confrontarsi con i bisogni attuali della città in questo particolare momento ed è pronto ad allargare quindi gli obiettivi e modificare gli strumenti. Forti di questa esperienza, cui hanno lavorato per anni con dedizione e entusiasmo, centinaia di docenti e intere generazioni di studenti della rete delle scuole di adotta un monumento e non solo si sentono chiamati a rispondere ai nuovi bisogni della città avvilita e mortificata e si dichiarano pronti a dare, dove possibile, il loro contributo...

25/2/2008

 

2004

Comuni della Regione Campania che aderiscono al progetto "La scuola adotta un monumento"

Provincia di Avellino:
Lapio, Frigento, Nusco, Roccabascerana
Provincia di Benevento:
Benevento, Buonalbergo, Cerreto Sannita
Provincia di Caserta:
Casapulla, Fragneto Monforte, Maddaloni, Piedimonte Matese, San Leucio, San Nicola la Strada, Santa Croce del Sannio (Morcone), Sessa Aurunca, Roccamonfina, Trentola Ducenta, Vitulazio
Provincia di Napoli: 
Acerra, Anacapri, Caivano, Castellammare di Stabia, Cimitile, Marigliano, Palma Campania, Poggiomarino, Portici, Pozzuoli, San Gennaro Vesuviano, Saviano, Striano.
Provincia di Salerno: 
Capaccio, Contursi Terme, Eboli, Maiori, Olevano sul Tusciano, Rocca d'Aspide, Sant'Agata de' Goti, Sessa Cilento, Trentinara, Vallo della Lucania

6/12/2004

Le feste della conoscenza

Nell'incontro del 2 dicembre 2004, la Rete Campana del progetto, cui ad oggi aderiscono 35 comuni, oltre a quelli del Miglio d'oro, di Napoli e dei Campi Flegrei, ha dato il via ad una nuova iniziativa, le 'feste della conoscenza', in collaborazione con l'Assessorato alla Pubblica Istruzione della Regione
L'obiettivo è quello di creare uno scambio di esperienze, didattiche e sociali, tra gli alunni delle scuole 'storiche del progetto' e quelle dei nuovi comuni dell'interno che si presenteranno, per quel giorno, Porte Aperte ai visitatori.
Non si tratta di un'operazione di promozione di un 'turismo scolastico interregionale', ma di uno strumento educativo che ambisce a stimolare il desiderio di conoscenza di luoghi vicini, ma spesso ignorati , e delle loro culture e tradizioni, attraverso uno scambio delle proprie 'conoscenze' in una giornata di festa.
Il comune ospitante inviterà le scuole di Napoli e degli altri comuni della regione a partecipare ad una 'festa della conoscenza', la quale sarà organizzata nei minimi particolari affinché il risultato sia quello voluto e cioè di uno scambio di conoscenze - di luoghi, di tradizioni e persone è in un'atmosfera di festa.
L'invito del comune dovrà contenere una lettera degli alunni delle scuole locali i quali, a sostegno dell'invito formale, descriveranno la storia e i tesori da scoprire del loro comune. 
Le scuole del comune ospitante provvederanno a preparare itinerari di visita, spettacoli o mostre dei loro lavori, mentre quelle ospiti porteranno in dono un loro lavoro che illustri il 'loro' monumento: un disegno, un video, un racconto, una canzone, un testo teatrale o altro.
Il comune ospitante potrà collaborare all'iniziativa, coinvolgendo altri attori della comunità cittadina: associazioni di volontariato, commercianti a sottolineare, con la partecipazione di tutti, lo spirito di accoglienza festosa agli ospiti.
La Fondazione, come sempre, propone la sua collaborazione all'organizzazione e ai contatti tra i comuni invitanti e le scuole che risponderanno all'invito.

3/12/2004