Fondazione Napoli Novantanove
 

BANDO MIUR 2020-2021 Monumenti e identità nazionale, la scuola adotta un monumento®, uno spot per l'Italia di domani

La Fondazione Napoli Novantanove, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Ministero dei Beni e delle attività culturali, per il sesto anno consecutivo invita le scuole di ogni ordine e grado che vogliano entrare a far parte della Rete Nazionale de La Scuola adotta un monumento®,  a partecipare al nuovo Bando  a.s. 2020-2021.

La storia dei nostri Concorsi,  partita nel 2015 con Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia, ha percorso questi cinque anni in un crescendo di partecipazione, dando vita a una community di migliaia di docenti e studenti, dal nord al sud del paese, tenuti insieme dall’impegno di prendersi cura del monumento adottato.

Interessante l’intreccio che si è venuto a creare man mano che lo studio e la conoscenza spalancava loro le porte, svelando le storie, le immagini  di quel monumento che stava diventando un amico. Non più un anonimo volto, parte del quotidiano durante una passeggiata, ma ora una parte della loro storia personale. E  la scuola adotta un monumento® nacque, 28 anni fa,  per aiutare i ragazzi a fare esistere quei monumenti,  a farli entrare nel loro orizzonte, per scoprirli, vederli, conoscerli, apprezzarli, difenderli dall’incuria, farla propria nel senso più ampio e libero adottandoli, con amore.

E così chiese, palazzi, castelli, piazze, fontane, monumenti ai caduti, biblioteche, musei, parchi, fiumi, canali, strade, ponti, sentieri, grotte, alberi, spiagge, baie, torri, siti archeologici, edicole votive, ….. sono diventati oggetto di conoscenza e amore. I ragazzi, uscendo dalle mura scolastiche, hanno incontrato il loro mondo e hanno deciso di prendersene cura adottandolo.

L'esperienza dimostra che l'interesse e lo studio, la conoscenza e il legame affettivo con il “monumento”, capace di trasformare la quotidianità in privilegio, attivano una scuola dinamica fortemente radicata nel territorio.

E poi il  9 marzo 2020  DPCM "#iorestoacasalaculturanonsiferma" /lockdown e da qui all’improvviso è cambiato tutto, la Fondazione chiude e parte il lavoro  in teleworking .

Uno schock, come sbattere a tutta velocità contro un muro. Dopo l’iniziale spaesamento, ci si è curvati a raccogliere i cocci che erano quelli dei nostri progetti con le scuole, già penosamente provate dalla Didattica a Distanza, immaginando che tutto il lavoro di tanti, docenti e studenti che nei mesi precedenti avevano continuato a seguire i “loro” monumenti adottati, sarebbe andato perduto. E invece, all’improvviso, come gocce di pioggia sul terreno arido, in un crescendo, di giorno in giorno, sono cominciati ad arrivare dalle scuole di tutta Italia i video della 5° edizione del Concorso L’Archivio nazionale  dei monumenti adottati dalle scuole italiane,  accompagnati da mail dei docenti che ci ringraziavano per “l’opportunità” data loro di sperimentare questo “nuovo modo di apprendere” anche se, necessariamente tornati all’interno delle mura scolastiche, questa volta digitali.

La difficile riapertura delle scuole in settembre, l’inizio confuso di questo nuovo anno scolastico 2020- 2021, ci hanno  spinto a riflettere se  fosse comunque opportuno riprendere le fila di questo lungo e appassionato percorso, pur nelle nuove difficoltà con cui devono confrontarsi le scuole, o invece rimandare al prossimo anno.

 www.atlantemonumentiadottati.it